sabato 2 febbraio 2008

Celia per uno Chef


Tra le mie passioni, per cui vale spendersi, annovero quella della cucina, la più recente, e così, tra una esercitazione pratica e una teorica, all'alberghiero di città, ho conosciuto un uomo, un cuoco, uno Chef, che per la sua simpatia, umanità e professionalità, mi ha ispirato la seguente... burla:








(Quartine burlesche a rima baciata)


All’alberghier di città uno Chef lavora
Sempre presente s’in dalla prima ora.
Per noi discenti è una luce che brilla
Il suo nome sappiam: è Guido Villa.

Con voce decisa e sguardo sicuro
Spiega ai provetti cuochi il loro futuro
A destra, a manca dispensa ordini alla brigata
Normalmente asettica e poco interessata

Preciso e puntuale, ordinato e cordiale
Non s’arrabbia se il tournedos riesce male
Del cibo a tutti spiega bontà, cottura e fragranza
Ma gli allievi dan prova della loro ignoranza

E se protidi e glucidi dan vita alla crosta
Maillard lo spiega e lo Chef ce lo dimostra
Delle verdur, come un oriental, è innamorato
Le taglia e le sminuzza per farne un piatto prelibato

Uomini e donne forman l’allegra brigata
E lo Chef non ha occhi sol per la "maggiorata"
Le studia tutte, ne osserva sguardi divertiti
Mentre maneggia carote, pesci, pomi e canditi

Le discenti si guardan attorno con circospezione
Pensando ognuna di essere tre le più “bone”
Alta o bassa, magra o grassa, un problema non sarà
A tutte lo chef Guido un bel... piatto servirà !!!

1 commento:

Fiordaliso ha detto...

Caro pilota....oh sorry...
Caro chef......oh ancora sorry...
Caro poeta....veramente ho una gran confusione e non sò a quale di questi tre rivolgermi,ma considerando le tue innumerevoli passioni Caro filosofo scrivo a tutti e tre :
CON L'ELICOTTERO
VUOI VOLARE
CON UOVA E FARINA LA SFOGLIA
VUOI TIRARE
CON LA RIMA BACIATA UNA QUARTINA
VUOI INVENTARE....
...MA DA GRANDE QUALE MESTIERE
VUOI FARE ?
Mi permetto di darti un piccolo consiglio: falli tutti e tre,anche perchè,penso,che tu ci riesca molto bene( che sviolinata!!):vola così dall'alto del tuo cielo infinito puoi guardare noi piccoli mortali;cucina per prendere per la gola noi mortali;infine scrivi poesie per ammaliare con le tue rime baciate sempre noi semplici mortali.
P.S. Se vuoi duellare con me in cucina sono pronta!!