venerdì 9 marzo 2007

II. L'evoluzione ... femminile


A seguito delle nobili conquiste, la donna, oggi, dopo tante vicissitudini, ha preteso il suo giusto ruolo nella società maschilista, post-moderna, affermandosi nel mondo lavorativo con pari dignità e diritti (logico, dato il loro senso pratico delle cose). In termini biologici, invece, acclarato che l'apparato sessuale femminile ha lo scopo di procreare e i suoi fattori sessuali secondari servono ad attrarre un partner e ad allevare figli; la donna, forse involontariamente, si è posta in competizione con l’uomo, confondendo il ruolo che la natura gli ha imposto, col diritto positivo. Giusta la lotta per i diritti, in campo lavorativo, ingiusta e fuorviante la rivendicazione paritaria, in natura, per le forti intrusioni nel ruolo predeterminato, per ognuno dei sessi. Ruolo che non ammette una parità in nessuna specie del regno animale, al quale apparteniamo. Il risultato? Pessimo! Visto che, l’altra metà del cielo, divenendo sempre più aggressiva e meno propensa alla costituzione e realizzazione di una famiglia, rivolge la sua attenzione, sempre più, a persone dello stesso sesso, o affronta viaggi di turismo sessuale, verso paesi “maschi”, contemplando la sera della vita, sempre più sola. L’uomo, a sua volta, spaventato da cotanta aggressività, si ritira, sempre più, dalle sue funzioni, prediligendo, anche lui, persone dello stesso sesso, o donne straniere, diverse dal quadro geografico occidentale e più propense alla formazione di una famiglia.
Lo scenario futuro, che si prospetta, vede una società post-moderna, fatta, da una parte, da matrimoni internazionali, interculturali e interreligiosi e una maggiore attenzione alle persone dello stesso sesso; dall’altra, la formazione di nuove agguerrite guerriere greche.
Amazzoni, si! Ma, senza mutilazione della mammella destra, però!

6 commenti:

sagitta ha detto...

Catullo già mi indispongono un poco le foto che hai usato come capo verso dei tuoi scritti...ma un bel viso di donna non ti piace?
E comunque è troppo comodo scusare i maschi che lasciano la propria donna per una straniera,a causa dell'aggressività della propria donna . Come mai la straniera(oggi vanno di moda le russe,ucraine e polacche) è sempre più dolce e gentile ?,questo lo devo proprio capire.!Non sarà che queste benedette straniere disponibili e carine si devono sistemare e dopo magari vi mandano a quel paese.
E così caro maschio italiano sei fottuto !
Ti cito un proverbio molto saggio :
Donne e buoi dei paesi tuoi!

Anonimo ha detto...

Concordo con te Sagitta: che mi indispone pure me le foto che ha usato Catullo nel mostrarci, sempre nude!!!!!!!! Che vogliono le straniere (russe, ucraine….)se le prendono pure, ci lasciano e chi se ne fregano personalmente “ non mi può fregar di meno” l’uomo italiano, scelgono queste straniere per il semplice motivo si sentono sotto messo da noi donna emancipata, siamo più intelligente, insomma siamo tre metri sopra di loro, si sentono schiacciati, allora preferiscono farsi spillare i quattrini ma sentirsi sempre sono io che porto i “pantaloni”.
Voglio mostrare una lettera che non ho mai mostrato prima, di uomo che ha fatto di tutto per avermi ma io lo sempre respinto, adesso e tra le braccie di una donna ucraina, ma nel frattempo mi continua a scrivere lettere d’amore:
Al mio amore:
Ci sono giornate in cui non avrei voluto mai incontrarti, sono giorni di dolore, giorni tristi che vorrei cancellare. Ma cosa sei tu per me?...... Sei la donna che vorrei avere vicino al risveglio al mattino, dopo una notte di passione, ritrovarti accanto per poter pensare che la notte non è ancora finita anche se fuori è spuntato il sole. Vorrei poterti chiamare per parlare di tutto , sentire se dalle tue parole traspira ancora amore, quel’amore cercato, trovato e ora da dimenticare. Quell’amore che mi permetteva di volare, di realizzare ogni sorta di gioia da poter un giorno raccontare.
Tu sei l’essenza delle cose, la linfa delle rose, la freschezza del mattino..il tepore delle sere, la dolcezza delle mele, la fraganza delle pere.
Sei tutto quello che potevo desiderare, non so dove sei, con chi sei, cosa fai, so solo che è stata una mia decisione quella di farti allontanare, ma a che cosa mi potrà mai portarmi questa mia decisione?
...non lo so...so solo che senza te non credo di poterci stare.
Prendo il cuore tra le mani, e come trema e piange non te lo so spiegare, la vita va avanti anche se a volte fa proprio male.
Resta qui amore mio, ti prego non farmi star male...per me è arrivato il momento di rimettermi a camminare.
Lo so a volte è difficile capire...ma guarda in alto mio cuore è spuntato un raggio di sole...ma tu mi volti le spalle e non mi vuoi più ascoltare, hai ragione tu, meglio smettere di parlare, lo so anch’io che non potro mai dimenticare... prova insieme a me ad ascoltare il rumore e comprendere le parole del mare...”Il mare spesso parla con parole lontane, dice cose che nessuno sa, soltanto quelli che conoscono l’amore possono apprendere la lezione delle onde che hanno il movimento del cuore”
Bella Impossibile

Anonimo ha detto...

Caro Catullo, non mostrare solo le foto osè, un bel volto italiano sarebbe più bello, la donna deve essere trattata con i guanti bianchi, "te mi sa hai preso delle bastonate" per parlare di altre donne straniere che sono solo delle arrampicatrice . La donna italiana è : perfetta è colei che sa spogliarti senza sfiorarti, che ti fa sentire sicuro senza corazze, forte senza muscoli, originale senza trucchi e interessante anche senza frasi scritte nella manica della camicia. La donna perfetta ti rende unico nel marasma delle tue banalità. Se la trovi tienitela stretta...esservi schiavo ne vale la pena.

Catullo ha detto...

Naturalmente, le foto dei post erano semplicemente delle provocazioni, in questo periodo di riflessione sul genere femminile, perché facessero da stimolo ad un confronto virtuale sul tema. Se sono stato interpretato in modo diverso dalla provocazione, me ne scuso. Approfitto per dire che, forse ci sono riuscito, visto i post di spessore di Sagitta, anonimo delle 15,01 e di Bella Impossibile. Diviene pleonastico aggiungere che quanto, da me, scritto non è certo la verità assoluta, ma un semplice contributo all'avvio della discussione. Mi fa piacere leggere dei commenti che enfatizzano ancora la donna latina, ma che le ragazze dell'est abbiano preso il sopravvento, nella cultura maschile italiana, è una grande verità. Io mi sono ispirato guardandomi attorno, sorseggiando un caffè al bar, facendo una passeggiata. Vorrei dire diversamente, la prossima volta che torno sull'argomento, grazie, anche, ai vostri contributi. By

Anonimo ha detto...

Ovviamente le ragazze dell'est non vanno con il primo che incontrano ma bensi con vecchi bavasi, i cinquatenni che però hanno un bel conto corrente in banca, hotel,appartamenti.........tu che frequenti i bar hai mai visto una ragazza dell'est che sta con un operatore ecologico,(spazzino) un muratore, no semmai avvocati, dottori........e li chiami pure dottori hanno una laurea e si fanno infinocchiare da certe donne!!!!!!!quando siete caduti in basso

Anonimo ha detto...

Catullo non sono d'accordo che le ragazze dell'est siamo migliore ma semplicemente le nostre non hanno più bisogno di noi e questo che dobbiamo pensare.Prima di recarmi al lavoro, ogni mattina da anni mi fermo al bar, la barista senza chiedermi più la consumazione mi dice: il solito, un caffè, un pasta e il solito giornale, ma stamattina ho cambiato ho preso un settimanale quelli che sanno vita morte e miracoli dei vip ebbene mi sono fermato a leggere una notizia che mi ha colpito: Antonacci superato la soglia dei quaratanni non crede più all'amore come me:diceva " io moralista ? per niente"Dieci anni fa pensavo che l'amore fosse per sempre, ora non ci credo più;<< Biaggio antonacci non canta più da romantico>>
Ebbene pure io ormai 45 anni un matrimonio alle spalle una fidanzata che se ne andata ma non corro dietro alle ragazze dell'est sono dell'oche ti saltano addosso come delle cagne in calore ma li nel loro paese oltre alla miseria non hanno un uomo che le scoppano?
Mon cherry